1-2012 Sette Fratelli (Sinnai)

pubblicato in: Escursioni 2012 | 0

 

 

 

Club Alpino Italiano – Sezione di Cagliari Programma Annuale Escursioni 2012

 

domenica 8 gennaio

1a ESCURSIONE SOCIALE

Sette Fratelli

Riferimento cartografico IGMI  Serie 25 scala 1:25 000 Foglio 558 Sez. III – CASTIADAS, Foglio 558 Sez. IV – BURCEI
Comuni interessati Sinnai
Lunghezza 10 Km circa
Dislivello in salita 350 m circa
Dislivello in discesa 350 m circa
Tempo di percorrenza 5 ore circa, esclusa la pausa pranzo
Difficoltà E
Tipo di terreno sentiero, sterrata; nessun tratto esposto

 

 

 

Escursione inaugurale "sulle montagne di casa".

Presentazione dell’Escursione il 4 gennaio alle ore 18:30 a Sinnai, presso la Biblioteca Comunale in Piazza Chiesa.

 

 

Descrizione generale

 

La Foresta Demaniale dei Sette Fratelli si trova nella Sardegna sud-orientale, nella regione del Sarrabus e ricade nell’omonimo massiccio montuoso all’interno dei comuni di Sinnai, Burcei, Castiadas e San Vito, tutti in provincia di Cagliari. L’estensione totale della foresta è di quasi diecimila ettari ed è suddivisa in vari corpi di cui il principale è denominato “Campu Omu”. La foresta, una delle meglio conservate della Sardegna, rappresenta da un punto di vista paesaggistico, faunistico e naturalistico, una tra le aree più interessanti della Sardegna.

Dal punto di vista geologico, l’area è caratterizzata da estesi affioramenti granitici modellati dall’erosione delle acque e dal vento. I corsi d’acqua sono prevalentemente a portata stagionale mentre l’altitudine della foresta varia toccando il suo punto più alto con la cima di Punta Ceraxa (1016 m).Il territorio ha conservato molti lembi delle coperture vegetazionali tipiche dell’isola. La formazione forestale maggiormente diffusa è la lecceta, associata a seconda delle situazioni, al corbezzolo, alla fillirea latifoglia, all’erica e al viburno.

A quote medio basse si trova anche la sughera, sui crinali più alti, verso le cime dei Sette Fratelli, si trova una vegetazione a pulvino con ginestra corsa, timo e lavanda mentre lungo gli alvei dei torrenti la vegetazione riparia a oleandro, salici e ontano. L’area è ricca anche di biodiversità ed endemismi.

La foresta demaniale dei Sette Fratelli è uno degli areali di eccellenza per il cervo sardo, che qui ha trovato rifugio ed è oggi presente in gran numero, grazie alle azioni mirate per la sua protezione e conservazione portate avanti dall’Ente Foreste della Sardegna.

L’area offre inoltre un ambiente naturale in cui si può incontrare l’aquila, la martora e la lepre sarda, oltre al frequentissimo cinghiale. La suggestione dei toponimi ci ricorda come tutta la zona sia stata fin dai tempi più antichi oggetto di miti e leggende che si perdono nella notte dei tempi.

 

 

Come si arriva

 

Il ritrovo è previsto per le ore 8.00 a Monserrato – parcheggio adiacente al cimitero. Dal parcheggio ci si immette sulla SS. 554 e si prosegue per la S.S. 125 in direzione Muravera. Al km 30,100 – in località Arcu ‘e Tidu – si svolta a destra e si raggiunge, dopo aver percorso altri 400 m, la Caserma Forestale Umberto Noci.

Alle ore 8.45 presso la Caserma suddetta è fissato il secondo ritrovo.

Parcheggiate le auto, si procede a piedi per circa 200 m fino alla rotabile per Maidopis.

 

 

Itinerario a piedi

 

Si parte dall’ingresso del parco a quota 450 m s.l.m. e s’imbocca subito sulla destra, nel verso di percorrenza, un bel sentiero che sale in direzione S-SE. Si procede quindi in direzione Sud per un breve tratto per poi proseguire in direzione S-E nel bosco fino a raggiungere il percorso n. 3 contrassegnato col colore blu (Quota 460 m ~ s.l.m.). Si continua a salire prima in direzione S-E e poi in direzione S-W fino all’imbocco di un bel sentiero, visibile sul lato destro nel verso di percorrenza, che declina dolcemente in direzione Ovest. Raggiunta la carrareccia si procede in direzione Sud, fino al tornante della strada per Monte Cresia per poi proseguire su sentiero fino a raggiungere il percorso n. 5 contrassegnato col colore verde (Sedda sa Scova).

Ad Arcu Sa Spina, si prosegue nel bosco in direzione Nord lungo il percorso n. 4 (colore arancione). Scalata la cima di Monte Arrubiu (Q. 749 m) ci si ferma per la pausa pranzo. Nell’ultimo tratto del percorso n. 4 (colore arancione), comune col n. 3 (colore blu), si procede in direzione N fino alla rotabile per Maidopis.

A quota 400 m s.l.m ~, in prossimità del ponte sul Rio Monte Cresia, si lascia il sentiero e s’imbocca sulla sinistra, nel verso di percorrenza, la rotabile per poi risalire in direzione N-W fino a raggiungere il punto di partenza.

 

 

Avvertenze

 

Il terreno rende indispensabile l’utilizzo delle scarpe da trekking. Chi ne fosse sprovvisto, per motivi di sicurezza non potrà partecipare all’escursione.

 

 

Consigli alimentari

 

L’alimentazione deve essere adeguata alle esigenze fisiche e climatiche.

Si raccomanda una buona colazione e, durante l’escursione, piccole integrazioni (pane, fette biscottate) e/o barrette energetiche. Si eviti di appesantire lo stomaco con cibi di lenta digestione e di assumere bevande alcoliche.

Sarà utile disporre di almeno 1 lt. d’acqua.

 

 

 

 

Notizie utili

 

Si raccomanda vivamente di tener presente che:

– le prenotazioni alle escursioni vanno effettuate SALVO AVVISO CONTRARIO pubblicato nell’apposita pagina di questo sito rivolgendosi al responsabile delle prenotazioni, al:

 

347 5946125

 

– le prenotazioni vengono effettuate in ordine di tempo finché ci sono posti disponibili ed è possibile disdire entro il venerdì precedente;

– non si attendono i ritardatari; al massimo cinque minuti dopo l’ora fissata, si parte.

– le prenotazioni si effettuano da lunedì 2 gennaio a venerdì 6 gennaio dalle ore 9 alle 13 e dalle 17 alle 20 e si chiudono Venerdì 6 alle ore 12.

 

 

Norme di comportamento da tenersi durante le escursioni

 

Ogni componente del gruppo durante l’ escursione starà sempre dietro il Direttore di Escursione e ne dovrà seguire scrupolosamente le indicazioni.

Chi va avanti al Direttore di Escursione sappia che sta rinunciando al nostro accompagnamento e alla assicurazione del CAI.

Chi dovesse fermarsi per necessità fisiologiche lasci il sacco lungo il sentiero e chi chiude la fila saprà che deve attenderlo.

Non si fuma durante l’escursione.

Non si lasciano rifiuti di alcun tipo; i rifiuti si riportano a casa.

Ogni infrazione può essere motivo per l’ esclusione da partecipazioni successive.

 

 

Dichiarazione di esonero di responsabilità

 

Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti. Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara:

di non aver alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo, di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione;

di aver preso visione e di accettare incondizionatamente il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI – Sezione di Cagliari;

di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà dell’escursione;

di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin da ora il CAI Sezione di Cagliari e i Direttori di Escursione da qualunque responsabilità;

 

 

Direttori di Escursione

 

Maria Meloni(AE), AE Cagliari, ASE Cagliari.

 

file/7fradis 2012.pdf

 

____________________________________

 

Iscriversi al CAI, è diventato necessario per esigenze interne della Sezione, dopo due prime escursioni di ambientamento.

Per farlo, occorre portare due foto-tessera e compilare gli appositi moduli reperibili in sezione (via Piccioni 13 Cagliari).

Le quote sociali per il 2012 sono:

 

ORDINARI nuovi —55 € ORDINARI rinnovi—45 €
FAMILIARI nuovi —30 € FAMILIARI rinnovi—25 €
GIOVANI nuovi —–25 € GIOVANI rinnovi—–20 €

 

Il rinnovo delle iscrizioni inizia a gennaio.

 

 

La prossima escursione sarà il 22 gennaio a:

Sa Crabarissa T – E)

Direttori di Escursione: Paolo Selis (AE), Cesare Serra (ASE), G.P. Muscas

 

Prenotarsi in tempo!