25 Miniere di Orbai (Villamassargia)

pubblicato in: Escursioni 2011 | 0

 

Club Alpino Italiano – Sezione di Cagliari

Programma Annuale Escursioni 2011

 

Lunedì 26 dicembre 2011                                  25a ESCURSIONE  SOCIALE

Miniere di Orbai

 

Tragitto                                                            in auto proprie

Ritrovo                                                           Sestu – Park Mediaworld – ore 08.00

Riferimento cartografico                                 IGMI Serie 25 scala 1:25 000 F.233 – Iglesias 1938

Comuni interessati                                         Villamassargia

Lunghezza                                                     10 km circa

Dislivello in salita                                         450 m circa

Dislivello in discesa                                    450 m circa

Tempo di percorrenza                                   5 ore circa (pausa pranzo esclusa)

Difficoltà                                                        T-E

Tipo di terreno                                             Carrareccia – Sentiero; non presenta tratti esposti

Interesse                                                      Paesaggistico, culturale;

Segnaletica                                                  Parziale

Attrezzatura                                                 Vestiario adatto alla stagione; Scarponi da trekking;

Pranzo                                                         al sacco

Acqua                                                          Scorta adeguata alla stagione

Rientro previsto a Cagliari                         Ore 16,00 circa

Quote di partecipazione In considerazione del periodo delle festività l’escursione è riservata ai soci ed è gratuita

Prenotazioni al n. 347/59.46.125 entro la mattina del 24/12

 

  Descrizione generale

Le vecchie miniere di Orbai si trovano alle falde settentrionali dell’omonimo Monte, a breve distanza dalle sorgenti di Zinnigas e dalle miniere di Rosas.

La miniera ha iniziato la sua produzione nel 1893 con la coltivazione di un giacimento piombo-zincifero ed è rimasta attiva fino al 1950.

La concessione fu affidata inizialmente alla società ”The United mines Co.Ltd”, per poi passare dal 1907 alla società”Pertusola”. Venivano coltivate in sotterraneo le mineralizzazioni filoniane impostate a contatto fra gli scisti ed i calcari cambrici.

Nel 1943 fu quindi affidata alla società “Miniera di Orbai”, che costruì un’ importante impianto di trattamento. Negli anni ’50 la coltivazione si rivelò antieconomica, anche per il calo del mercato di minerali e per l’isolamento del luogo, per cui la miniera venne chiusa.

E’ storia recente la riqualificazione dell’intero sito, con notevoli investimenti da parte della Regione Sardegna; purtroppo il problema della gestione degli immobili restaurati, sembra comune a tutte le aree minerarie che rischiano un nuovo abbandono a causa dell’ incapacità cronica delle istituzioni preposte alla valorizzazione dei siti dal punto di vista turistico.

I minerali più comuni di questo luogo sono: barite – calcite –emimorfite –pirite –galena –blenda.

 

 

Come si arriva

La partenza in auto è prevista alle ore 08.00 presso i parcheggi Mediaworld a Sestu. Ci si innesta sulla SS 130 e prima di Assemini si prende la strada pedemontana per la zona di Macchiareddu. Si prosegue per Villamassargia sulla SP 2 e dopo circa 8 km dall’incrocio con la SS 293 si svolta a sx (segnale di indicazione per il villaggio minerario di Orbai).

Inizialmente la strada è asfaltata ma superato un ovile diventa sterrata ma percorribile con qualsiasi auto, e dopo ca. 11 km arriviamo al sito. Qui lasciamo le auto ed iniziamo il percorso a piedi.

 

 

 

Itinerario a piedi

 

Prendiamo la strada in lastricato verso E, quindi proseguiamo su una vecchia carrareccia verso dx. Dopo ca. 400 mt abbiamo modo di visitare una galleria ed i resti di vecchie costruzioni. Torniamo a ritroso sui nostri passi per poi proseguire, all’incrocio, verso dx. Pian pianino iniziamo la risalita che ci porterà alla sella tra Arcu Perdu Sanna verso E e Monte Orbai verso W (400 mt ca. s.l.m.). Ora una breve pausa ci consente di osservare a S S/E le più importanti cime della catena montuosa del Basso Sulcis, vale a dire M. Arcosu, M. Lattias, M.Caravius, M.Sa Mirra e M. Tamara; verso N N/W invece ammiriamo le montagne del Villacidrese e dell’Iglesiente. Riprendiamo la nostra marcia verso W in leggera risalita, ed in poco tempo raggiungiamo quota 500 ca. Sempre su carrareccia, iniziano quindi a susseguirsi una serie di leggeri dislivelli, per poi scendere fino ad una quota di 400 ca e poi proseguire, questa volta, innestando un bel sentiero per 500 mt circa. Risaliamo fino a quota 495 su tracce di sentiero e quindi arriviamo su un valico panoramicissimo (se la giornata è limpida si nota anche l’isola di S.Antioco e parte della piana tra Narcao e Nuxis. Altri 150 mt e possiamo fare la sosta per il pranzo.

 

 

Dopo il pranzo, ci addentriamo verso N su un chiaro sentiero che poi diventa carrareccia, ma comunque bellissima, tutta sotto il bosco. Un Km e 200mt ca. e incrociamo la sterrata che in 40 minuti ca. ci riporta alle macchine.

 

 

Profilo altimetrico

 

 

 

 

Raccomandazioni

Il percorso non presenta tratti esposti. Potrebbe considerarsi quasi una turistica se non fosse per il dislivello e per la percorrenza di 1,5 Km di sentiero. E’ comunque indispensabile l’uso di scarponi da trekking ed un abbigliamento idoneo alla stagione.

Le prenotazioni vanno effettuate entro le ore 12.00 del 24/12; coloro che decidessero all’ultimo momento, potranno presentarsi direttamente all’appuntamento all’ora stabilita e verrà regolarizzata la partecipazione con l’iscrizione da parte dei direttori.

 

Norme di comportamento da tenersi durante le escursioni:

Ogni componente del gruppo durante l’ escursione starà sempre dietro il Direttore di Escursione e ne dovrà seguire scrupolosamente le indicazioni; Il non attenersi vale come rinuncia implicita al nostro accompagnamento e alla assicurazione del CAI. Chi dovesse fermarsi per necessità fisiologiche lasci il sacco lungo il sentiero e chi chiude la fila saprà che deve attenderlo. Non si fuma durante l’escursione. Non si lasciano rifiuti di alcun tipo; i rifiuti si riportano a casa.

Ogni infrazione può essere motivo per l’esclusione da successive partecipazioni.

 

Dichiarazione di esonero di responsabilità

Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti. Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara:

di non aver alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo, di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione;

di aver preso visione e di accettare incondizionatamente il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI – Sezione di Cagliari;

di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà dell’escursione;

di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin da ora il CAI Sezione di Cagliari e i Direttori di Escursione da qualunque responsabilità;

 

Direttori di Escursione: Mimmina Meloni (AE), Giorgio Argiolas;

Si ringrazia per la preziosa collaborazione A. Tatti, B. Massenti, C. Serra, B. Pisu;

 

 

 

file/descrizione Orbai3.pdf

file/mappa Orbai.pdf

 

 

La prossima escursione sarà domenica 08 Gennaio 2012:

Escursione inaugurale sui Monti dei Sette Fratelli