4 Benzone

pubblicato in: Escursioni 2010 | 0

 

domenica 14 febbraio 4a ESCURSIONE  SOCIALE
Benzone

 

Cartografia IGMI  
Comuni interessati
Nughedu S. Vittoria, Austis
 
Lunghezza 8 km circa  
Dislivello in salita 100 m circa  
Dislivello in discesa 600 m circa  
Tempo di percorrenza 3 ore circa  
Difficoltà T-E  
Tipo di terreno Sentiero Forestale (rotabile) carrareccia, sentiero, nessun tratto esposto  
  Direttori escursione:   Paolo Selis (AE), Giampaolo Muscas, Cesare Serra
     

  Escursione non lunga ma distante da Cagliari, con percorso delicato e grandi panorami. Appuntamento: ore 7:30 a Cagliari, Piazza Giovanni XXIII     Descrizione generale   Si tratta di un’escursione sui monti del Mandrolisai, una zona mai troppo frequentata e invece interessante per i panorami e le montagne granitiche. Si parte dal paese di Nughedu S. Vittoria, al di là del Lago Omodeo, formato dal fiume Taloro che percorre il suo letto e subisce tre sbarramenti (Gusana, Cucchinadorza, Benzone) percorre tre gallerie nel granito, cade per tre condotte forzate e fa girare 5 gruppi produttivi per un totale di XX MWatt.     Come si arriva   Dalla SS 131, si prende la deviazione per Nuoro e si volta per Abbasanta-Ghilarza dirigendosi verso Tadasuni, Sorradile e Nughedu S. Vittoria. Si attraversa il paese e 50 metri dopo il campo sportivo, si prende una strada a sn col fondo in cemento. Il pullman la percorre fino a quota 700 circa.     Itinerario a piedi   Finito il cemento si prosegue a piedi su una rotabile ancora in salita ed al primo bivio ci si dirige verso dx seguendo l’indicazione "Ossai" su cartelli regolamentari e giungendo quindi in zona demaniale. Si attraversa lo spiazzo tralasciando i bivi di sn e di dx e si prende per una discesa che porta dopo circa 1 km ad una dispensa forestale; 50 m prima si scende per una strada ancora rotabile che presto finisce inoltrandosi nel bosco. Il terreno è coperto di foglie e può essere scivoloso; i passaggi non sono sempre evidenti per cui è bene non distanziarsi troppo. Si continua a scendere a non molta distanza da una recinzione e quindi il sentiero piega a destra scendendo con piccoli passaggi fra le rocce ancora lungo la recinzione finché non incrocia una rotabile forestale da cui presto si esce per continuare la discesa in un bel sentiero panoramico. (il sentiero del mirto) Il percorso, sempre scivoloso e sassoso giunge finalmente in un’altra rotabile che infine dopo ampie curve ed una salitina finale porta sulla strada che viene da Austis – Sa Crabarissa, a pochi metri dalla diga di Benzone. Qui giunti, ci attende il pullman che ci trasporterà qualche km più avanti alla centrale ENEL di Badu Ozzana, che potremo visitare sotto la guida di un tecnico.     Raccomandazioni e avvertenze   Indispensabile l’utilizzo delle scarpe da trekking. Chi ne fosse sprovvisto, per motivi di sicurezza non potrà partecipare all’escursione che presenta un tratto impegnativo in discesa.      Norme di comportamento da tenersi durante le escursioni   Ogni componente del gruppo durante l’ escursione starà sempre dietro il Direttore di Escursione e ne dovrà seguire scrupolosamente le indicazioni.     Dichiarazione di esonero di responsabilità   Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti. Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara: ·         di non aver alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo, di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione; ·         di aver preso visione e di accettare incondizionatamente il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI – Sezione di Cagliari; ·         di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà dell’escursione; di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin da ora il CAI Sezione di Cagliari e i Direttori di Escursione da qualunque responsabilità.